Il Racconto dei Racconti | Le fiabe e i suoi simboli: Faccia di Capra

Blog, Fotografia, Il Racconto dei Racconti

Faccia di Capra” di Basile è una fiaba ai più sconosciuta. Mi ha attirato subito per la sua originalità e per gli archetipi e simboli che sembrano sussurrami ogni qual volta leggo la storia.

Se non conoscete la fiaba vi invito a farlo subito: non ve ne pentirete. La trovate in versione integrale a questo indirizzo: http://www.paroledautore.net/fiabe/classiche/basile/faccia_di_capra.htm

In questa fiaba abbiamo due animali, una lucertola e una capra. La lucertola è il simbolo della rigenerazione per la sua capacità di far ricrescere la coda; presso popoli antichi era un simbolo di buon auspicio. La capra, nell’antichità, aveva un significato benevolo, legato alla terra e alla sessualità e quindi alla fertilità; con l’avvento del Cristianesimo le è stata attribuita un significato negativo. Per degradare le antiche divinità (in questo caso per lo più maschili e cornute come Cernunnos o Pan) i loro attributi furono dati al Diavolo. Un’immagine che abbiamo tutti in mente è un figura, riconducibile a Satana, con viso di capra che indica con una mano il cielo e l’altra la terra. In realtà si tratta di Bafometto, un idolo dei Templari, e anche la sua iconografia è stata degradata dalla sospensione del loro ordine. In realtà, l’intero disegno, è un intreccio di simboli alchemici. Per una spiegazione dettagliata vi invito a visitare questa pagina: http://www.latelanera.com/misteriefolclore/misteriefolclore.asp?id=297

Per Renzolla, la protagonista che dà il titolo alla storia, ho deciso di abbigliare Elena con un abito nero e una pelliccia sintetica bianca per dare l’idea della lana di capra. Ho comprato una maschera di cuoio a forma del muso di questo animale (per chi fosse interessato sono prodotte da Maschere Manà e le trovate alla fiera sulla rievocazione storica a Piacenza, Armi&Bagagli). Mentre per la Fata ho fatto realizzare un trucco a squame sul viso e indossa un abito che per metà è formato di paillettes verdi. L’idea di queste forme piccole e luccicanti mi dava l’idea sia di squame, sia lo sbriluccichio, mi ricorda qualcosa di fatato *-*
L’idea di base era rappresentare Renzolla come personificazione della decadenza dei simboli delle vecchie divinità che la Fata ha il compito di rigenerare e far rinascere questa simbologia.
Le prime foto rappresentano la Fata che esce dal suo antro oscuro e cammina verso Renzolla per aiutarla.
Nella seconda troviamo la fanciulla in una sorta di “cerchio magico” formato da undici candele. Undici come le sorelle di Renzolla, e la dodicesima candela in mano a lei, per rappresentare che è l’ultima sorella. Questo numero richiama il numero dei mesi. Renzolla è Dicembre che fa da ponte verso la morte dell’anno vecchio e l’inizio del nuovo. Il tramite per questo passaggio è dato dalla Fata/Lucertola. Inoltre, l’ultimo segno zodiacale, ma anche il primo, è il Capricorno, un animale cornuto, legato al femminile e alla terra che possiede come colore simbolo il nero: difatti Elena indossa un abito scuro.
Nell’immagine successiva Elena è rappresentata nella classica posa di Bafometto. Per me, questa immagine, ha una simbologia molto potente e richiama la frase alchemica “come sopra, così sotto”, ovvero che c’è una correlazione tra i vari piani dell’esistenza (piano fisico, mentale e spirituale.)
La fata e Renzolla si riuniscono e sono concentrate su una candela bianca, simbolo di purezza e rinascita. La Fata-Lucertola tramite i suoi poteri di rigenerazione riporta al suo significato originario i simboli delle antiche divinità cadute.
Al termine, Elena non indossa più la maschera e nell’ultima fotografia ha in mano una calendula, fiore simbolo del dolore e gelosia, ma anche di guarigione visto che ha tante proprietà terapeutiche conosciute fin dall’antichità. Renzolla/Elena è finalmente libera dai preconcetti e dall’oblio così come le antiche divinità legate al femminile e alla Terra ritornano ad essere, non più elementi negativi, ma simboli di rinascita, speranza e amore. 🌙❤️

Buona serata, anime antiche 🌟🌜

Modelle:
– Renzolla: Elena Musconi
– Fata-Lucertola: Eugenia Akhanova

3_Come Sotto Così Sopra-HR

4_Io Ti Proteggerò-HR

5_Il Perdono-HR

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...